Max Mara: profitti a +30 percento nel FY 2016

By FashionUnited

Max Mara ha archiviato il 2016 con profitti in aumento del 29,8 percento, a
quota 109,2 milioni e con un giro d’affari di 1,43 miliardi (+3,6 percento
rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

Max Mara fashion group, che fa capo alla famiglia Maramotti, ha in pancia
i marchi Max Mara, Marella, Sportmax, PennyBlack, Max & Co, Pennyblac,
Marina Rinaldi, Week End, Persona. L’azienda ha recentemente arruolato
Bella Hadid come testimonial per la sua campagna accessori autunno-inverno
2017/18, scattata da Steven Meisel.

Max Mara finance ha chiuso l’anno con utili in calo del 56,5 percento a
37 milioni, a causa della sensibile flessione dei profitti delle
controllate Max Mara international e International fashion trading.

L’azienda è stata fondata nel 1951 da parte del cavaliere Achille
Maramotti. Il Gguppo, con 41 società e oltre 5.000 dipendenti, opera oggi
in 105 paesi nel mondo.

Qualche mese fa il gruppo ha lanciato
due nuove etichette contemporary.

…read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/max-mara-profitti-a-30-percento-nel-fy-2016/2017072716123

Lvmh: giro d’affari a 19,7 miliardi nell’H1

By Scritto da Isabella Naef

Lvmh ha archiviato il primo semestre 2017 con vendite pari a 19,7
miliardi di euro, in aumento del 15 percento rispetto allo stesso periodo
dello scorso anno. La crescita organica è stata del 12 percento.

“Tutte le zone geografiche continuano a essere ben impostate”, spiega
in una nota il gruppo parigino. Nel secondo trimestre le vendite sono
aumentate del 15 percento, alla luce anche dell’integrazione di Rimowa. Lo scorso ottobre, infatti, Lvmh ha
siglato un accordo per acquistare per 640 milioni di euro una
partecipazione di maggioranza nel capitale dell’azienda tedesca
specializzata nella valigeria.

Tornando ai dati economici, la crescita organica è stata del 12 percento.
Il risultato operativo si è attestato a 3,6 miliardi (+23 percento), con un
margine del 18,5 percento, in miglioramento dell’1 percento. L’utile netto
è stato pari a 2,1 miliardi, in crescita del 24 percento.

Lvmh: tutte le zone geografiche continuano a essere ben impostate

“Lvmh ha realizzato un eccellente primo semestre a cui hanno partecipato
tutte le divisioni. Ora più che mai in un contesto geopolitico ed economico
instabile, creatività e qualità, i valori fondanti del nostro gruppo
costituiscono dei punti di riferimento per tutti. La digitalizzazione
crescente delle nostre attività rinforza, del resto, la qualità
dell’esperienza offerta ai nostri clienti. In un …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/lvmh-giro-d-affari-a-19-7-miliardi-nell-h1/2017072716122

Moncler: fatturato a +18 percento nel semestre

By FashionUnited

Moncler ha chiuso il primo semestre dell’anno con conti in rialzo. Numeri
alla mano, i ricavi consolidati si sono attestati a 407,6 milioni di euro,
+17 percento a tassi di cambio costanti e +18 percento a tassi di cambio
correnti, rispetto ai 346,5 milioni del primo semestre 2016. L’utile netto
del gruppo è stato pari a 41,8 milioni, in crescita del 25 percento
rispetto ai 33,6 milioni del primo semestre 2016, con un’incidenza sui
ricavi del 10,3 percento.

La cassa netta ammonta a 130,2 milioni, rispetto ai 105,8 milioni del 31
dicembre 2016 e a un indebitamento netto di 84,9 milioni al 30 giugno di un
anno fa.

Per Moncler questo è il quattordicesimo trimestre consecutivo di
crescita a doppia cifra dalla quotazione a oggi

Durante il consiglio di amministrazione di ieri è stata approvata
l’estensione della durata della joint venture giapponese Moncler Japan Corp.
per ulteriori 5 anni (fino al 31 dicembre 2023) con un graduale riacquisto
della quota di minoranza da parte della suddetta società.

“Dalla quotazione a oggi, questo è il quattordicesimo trimestre consecutivo
di crescita a doppia cifra per Moncler. Anche nel secondo
trimestre del 2017, infatti, il fatturato del gruppo è cresciuto di un
ulteriore 20 percento, con il positivo contributo di
tutte le regions e di tutti …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/moncler-fatturato-a-18-percento-nel-semestre/2017072716121

Trend chiave per i costumi da bagno SS18

By FashionUnited

Gli esperti di Swimwear di Trendstop presentano le indicazioni chiave che animeranno il mercato swimwear primavera estate 2018. Fresche dall’ultima edizione di Moda City a Parigi e dalle passerelle Resort SS18, queste tendenze da non perdere mostrano le sagome e le tecniche di styling cruciali per ispirare le prossime collezione. Il report di Trendstop dedicato alla biancheria intima e all’abbigliamento per il nuoto e le recensioni specializzate delle fiere valutano il valore commerciale e la longevità di ogni trend dando la migliore base possibile per il processo decisionale.

Questa settimana, i lettori di FashionUnited hanno un’anteprima esclusiva di tre emozionanti trend swimwear SS18. The One Shoulder Swimsuit illustra la sensazione altamente contemporanea del SS18 e la sua sensibilità minimalista e moderna, mentre The High Waist Bikini Bottom punta su una fresca visione del classico stile vintage. Crochet Craft introduce un aspetto artigianale delle tecniche di fabbricazioni, offrendo nuove opportunità per la sperimentazione strutturale.

The One Shoulder Swimsuit

I costumi da bagno contemporanei uniscono la moda alle prestazioni. Le sagome snodate sfruttano la tendenza mono spalla esposta con singole cinghie asimmetriche che esaltano i contorni del corpo. I …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/moda/trend-chiave-per-i-costumi-da-bagno-ss18/2017072616120

Fabiana Filippi sbarca in Giappone

By FashionUnited

Fabiana Filippi ha siglato un accordo esclusivo con Aoi Company Ltd, per la
distribuzione, in Giappone, delle proprie collezioni.

Fondata nel 1950, Aoi Company Ltd è attiva da oltre sessant’anni nella
distribuzione di brand europei del lusso, dalla moda al design
rivolgendosi, attraverso il proprio network, a una clientela alla ricerca
di alta qualità e di prodotti dai valori duraturi.

Questa partnership partirà dal primo febbraio 2018.

Il brand è stato fondato dai fratelli Mario e Giacomo Filippi Coccetta nel
1985.

Il marchio, lo scorso febbraio, è sbarcato in Germania e ha scelto Amburgo.
Lo store, in HoheBleichen 11, si trova all’interno di un edificio di
architettura contemporanea, con vetrate a tutta altezza sulla strada.
L’opening di Amburgo rappresenta un nuovo tassello nel piano di espansione
retail internazionale del brand.

Sviluppato su oltre 110 metri quadrati in un unico ambiente, lo spazio è
stato realizzato dall’architetto Nicola Quadri.

Lo scorso settembre il marchio ha lanciato il nuovo store online sul
rinnovato portale fabianafilippi.com.

Foto: Fabiana Filippi …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/retail/fabiana-filippi-sbarca-in-giappone/2017072616119

Benetton: fatturato in calo dell’8,5 percento nel FY 2016

By FashionUnited

Il 2016 è stato ancora un anno travagliato per il gruppo veneto Benetton.
Per Benetton Group, infatti, il bilancio del 2016 si è chiuso con una
perdita di gruppo pari a 81 milioni di euro, quasi il doppio del rosso di
46 milioni registrato nel 2015. Il dato è contenuto nel bilancio
consolidato di Edizione srl, che controlla anche il gruppo
dell’abbigliamento.

Per la capogruppo Benetton il 2016 si è chiuso con una perdita di 37,2
milioni

I ricavi sono stati pari a 1,38 miliardi, in flessione rispetto agli 1,5
miliardi dell’anno prima. Il risultato operativo ha segnato un rosso pari a
38 milioni (erano 19 milioni nel 2015).

“Nel 2016 Benetton Group ha sofferto il perdurare della stagnazione
economica in Europa, registrando un deterioramento delle vendite e della
redditività che si è tradotto in un indebolimento della posizione
finanziaria, ma non ha rallentato i progetti di trasformazione in corso e
il piano di investimenti, riuscendo a realizzarli come da programma senza
ricorrere all’indebitamento”, si legge sul bilancio di Edizione.

Lo scorso aprile Benetton Group ha annunciato le dimissioni dell’amministratore delegato Marco Airoldi.

Alla sua uscita il ruolo di direttore operativo è andato a Tommaso
Brusò, mentre il presidente, Francesco Gori, si è fatto carico delle
deleghe dette “staff centrali», ossia …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/benetton-fatturato-in-calo-dell-8-5-percento-nel-fy-2016/2017072616118

Il gruppo Armani riorganizza i brand

By FashionUnited

Vendite in flessione del 5 percento, a quota 2,511 miliardi, per il gruppo
Armani nel 2016. L’azienda sta mettendo a punto un piano di
riorganizzazione del portafoglio marchi: le linee scenderanno da sette a
tre.

Tornando ai conti del 2016 l’utile netto è passato dai 241 milioni del 2015
a 271, segnando un +12 percento. Al 31 dicembre 2016 la liquidità segnava
un + 35 percento rispetto a un anno prima, a quota 881.

Da metà settembre, Giorgio Armani, Emporio Armani e A|X Armani
Exchange avranno account separati e dedicati su Facebook, Instagram e
Twitter

Insomma, Armani procede bene anche perché sa adeguarsi ai mutamenti dei
mercati e sa invertire la rotta quando le vendite, come nel 2016, sono in
calo. E’ questo il principale motivo su cui poggia il riassetto dei marchi.
La maison, infatti, studia la focalizzazione su Giorgio Armani, che
comprende l’alta moda della collezione Privé e Armani/Casa, Emporio Armani,
cui faranno capo Armani Collezioni e Armani Jeans, e A/X Armani Exchange.

Giorgio Armani ha spiegato il rallentamento delle vendite del 2016 anche
alla luce delle tensioni socio-politiche, del terrorismo, del freno nella
crescita della Cina e, solo in parte, causate da un cambiamento dei consumi
e delle attitudini dei consumatori. Ciononostante lo stilista ha affermato
che i risultati raggiunti …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/il-gruppo-armani-riorganizza-i-brand/2017072616117

Jimmy Choo comprato da Michael Kors per 1 miliardo di euro

By Scritto da Isabella Naef

Il marchio americano Michael Kors compra Jimmy Choo, in vendita da aprile,
per un miliardo di euro (896 milioni di sterline).

Fondato 20 anni fa dallo stilista di origini malesi Jimmy Choo e da
Tamara Mellon, una redattrice del magazine Vogue che aveva aperto una prima
boutique a Londra, l’azienda Jimmy Choo commercializza scarpe alto di gamma
indossate anche da Michelle Obama, Kate Middleton, Nicole Kidman e Lady
Gaga.

Jimmy Choo ha chiuso il 2016 con un giro d’affari di 364 milioni di
sterline

La griffe aveva svelato ad aprile che aveva intenzione di mettersi sul
mercato, due anni dopo il suo sbarco alla Borsa di Londra. Michael Kors ha
proposto 230 pence par azione di Jimmy Choo, stando a quanto riferisce una
nota dell’azienda. La società americana ha precisato che non intende
aumentare il prezzo dell’offerta, a meno che un’altra società faccia una
contro offerta.

La società Usa intende mantenere l’attuale management del marchio di
calzature e intende sviluppare sia il retail fisico, con l’apertura di
nuovi store, sia l’ecommerce. “Jimmy Choo è una marca di lusso di alto di
gamma che propone delle calzature eccezionali, delle borse e degli altri
accesori”, ha sottolineato Michael Kors, presidente onorario e responsabile
creativo dell’etichetta che porta il suo nome.

Jimmy Choo conta oltre 150 boutique …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/jimmy-choo-comprato-da-michael-kors-per-1-miliardo-di-euro/2017072516116

Gucci Places è la nuova App della griffe di casa Kering

By FashionUnited

Gucci lancia una nuova App. Si tratta di Gucci Places e ha l’obiettivo
di avvicinare sempre di più le nuove generazioni alla griffe di casa
Kering.

L’App permette di conoscere i luoghi che da sempre ispirano il brand e il
suo direttore creativo Alessandro Michele. Al momento i luoghi caricati
sull’App si concentrano sull’Inghilterra, ma ne saranno caricati di nuovi.

Nel dettaglio, Gucci Places propone una lista di luoghi privati o pubblici,
nascosti o famosi.
Il programma darà via poco a poco a una rete di luoghi collegati a Gucci e
accomunati dalla capacità di sorprendere e ispirare creatività. Il debutto
è Chatsworth House, nel Derbyshire inglese (location anche della campagna
pubblicitaria Gucci Cruise 2017), dove Gucci partecipa a una mostra di
abiti e preziosi cimeli dal titolo House Style, curata da Hamish Bowles.

L’App Gucci ha messo a punto una serie di funzionalità per coinvolgere gli
utenti nella storia di ciascuna località e per utilizzare i servizi di
geolocalizzazione; una volta all’interno, l’App permette agli utenti di
registrarsi e ottenere il badge e fornisce una descrizione dettagliata del
luogo, con testi, immagini e video.

Foto: Gucci …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/moda/gucci-places-e-la-nuova-app-della-griffe-di-casa-kering/2017072516115

Imperial: export al 50 percento del giro d’affari nel 2016

By FashionUnited

Imperial, azienda del fast fashion a cui fanno capo i marchi Imperial,
Please e Dixie, ha chiuso il 2016 a quota 207,597 milioni di euro.

Con una produzione annuale di oltre 10 milioni di capi all’insegna del
“made in Italy”, l’azienda prosegue nella conquista dei mercati esteri che
a oggi costituiscono il 50 percento del turnover complessivo. Se la
Germania e i Paesi del Nord Europa si confermano per il gruppo una parte
fondamentale del business, segnando crescite importanti, i Paesi dell’Ex
Unione Sovietica e la Francia, dove l’azienda ha una filiale dedicata,
hanno realizzato nel 2016 performance di tutto rispetto, spiega il
management in una nota. In particolare, proprio quest’ultima ha registrato
nel 2016 un giro di affari pari a 15 milioni e, nel primo semestre 2017, ha
segnato un + 35 percento.

Inoltre, i piani di sviluppo del gruppo proseguono anche in Asia dove
Imperial distribuisce a Singapore, Giappone, Indonesia e Hong Kong.

“Il 2016 è stato per noi un anno di consolidamento in quanto abbiamo fatto
scouting di nuovi mercati e abbiamo investito in un potenziamento
dell’azienda. Per il 2017 stiamo costatando un trend di crescita positivo
frutto anche degli sforzi compiuti in precedenza. Uno dei nostri obiettivi
principali rimane l’espansione all’estero in particolare per l’anno in
corso guarderemo con grande interesse al …read more

Source:: https://fashionunited.it/news/business/imperial-export-al-50-percento-del-giro-d-affari-nel-2016/2017072516114

News dal Mondo della Moda e del Gossip